La visita dell’Amministratore Apostolico GERUSALEMME A VARALLO

La visita dell’Amministratore Apostolico  GERUSALEMME A VARALLO

La visita dell’Amministratore Apostolico di Gerusalemme a Varallo , Mons. Pierbattista Pizzaballa, ha avuto tre momenti particolari. Dapprima una visita al complesso del sacro Monte, che l’arcivescovo non aveva mai avuto l’occasione di vedere. Era accompagnato da don Damiano e dal Professore Norberto Julini, regista di questo incontro. Mons. Pizzaballa è stato molto impressionato da Betlemme:”Perfettamente uguale”.

Particolarmente solenne la concelebrazione in Basilica, con l’animazione del Coro San Gaudenzio, con don Damiano e don Roberto, parroco di Varallo. L’arcivescovo nell’Omelia ha ricordato che è importante la teologia, ma anche la geografia per capire Gesù Cristo. Per questo motivo è importante andare in Terra Santa e toccare fisicamente i luoghi percorsi da Gesù. Ha anche affermato che spesso in Terra Santa si nomina il Sacro Monte di Varallo, luogo che deve essere visitato certo anche per l’arte, ma soprattutto come luogo di fede, come luogo che può e deve far incontrare Gesù. Un incontro che deve cambiare i nostri pensieri, le nostre scelte, i nostri atteggiamenti, il nostro cuore. Essere presenti nella storia come fratelli, che perdonano perché c’è un Padre Celeste che è misericordioso.

Molto interessante la conferenza tenuta alla sera presso l’oratorio di Varallo, alla presenza anche del vescovo di Novara mons. Brambilla.

Mons. Pizzaballa ha messo dapprima in evidenza alcune statistiche che mostrano l’esiguità della presenza dei cristiani. Più che sottolineare i conflitti presenti in Israele e Palestina ha presentato esempi positivi di pace, fatti di piccoli gesti ma in grado, se moltiplicati, di creare situazioni nuove, di convivenza, di pace. Alle domande ha risposto con molta precisione e concisione. Una serata molto positiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *